Anagrafe

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Accesso Enti esterni Banca Dati Anagrafica

Le pubbliche amministrazioni e gestori di pubblici servizi, le forze dell'ordine, la guardia di finanza e gli uffici appartenenti all'autorità giudiziaria possono chiedere di stipulare apposita convenzione per accedere alla banca dati anagrafica del Comune di Casapesenna.

La Giunta Comunale con deliberazione n. 65 del 15.06.2017, ha provveduto all'Approvazione dello schema tipo di convenzione per l'accesso esterno alla Banca Dati Anagrafica del Comune di Casapesenna da parte delle pubbliche amministrazioni e gestori di pubblici servizi nonché da parte delle forze dell'ordine, guardia di finanza e uffici appartenenti all'autorità giudiziaria.

Gli Enti Esterni sopra richiamati che, per l'adempimento dei propri compiti istituzionali e per l'attuazione dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive, intendono accedere on line alla banca dati anagrafica del Comune di Casapesenna, possono chiedere di stipulare apposita convenzione inoltrando il MODULO PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ACCESSO IN CONSULTAZIONE ALLA BANCA DATI ANAGRAFICA all'Ufficio Protocollo del Comune di Casapesenna.

Per ulteriori chiarimenti in merito all'iniziativa è possibile contattare il Responsabile dei Servizi Demografici Tel. 081/8165624 dal lunedì al venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,00; oppure tramite mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

ALLEGATI:

icon Verbale di delibera di Giunta comunale

icon Modulo di richiesta per la stipula della convenzione

icon Schema di convenzione

 


 

Carta di identità

UFFICIO ANAGRAFE

Che cosa fornisce

La carta d'identità  viene rilasciata a tutti i cittadini, senza limiti di età, a seguito dell’entrata in vigore del Decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, recante "Prime disposizioni urgenti per l'economia". Rilascio della carta d'identità ai minori , il cui articolo 10 ha introdotto nuove disposizioni in materia di carta d'identità.

In particolare, il comma 5 del citato articolo 10, ha modificato l'art. 3 del T.U.L.P.S., di cui al regio-decreto 18 giugno 1931, n. 773, recante la disciplina di tale documento. Alla luce delle nuove disposizioni è soppresso il limite minimo di età per il rilascio della carta di identità, precedentemente fissato in anni quindici, ed è stabilita una validità temporale di tale documento, diversa a seconda dell'età del minore.

In particolare, è previsto che la carta d'identità rilasciata ai minori di anni tre abbia una validità di tre anni, mentre quella rilasciata ai minori di età compresa fra i tre ed i diciotto anni abbia una validità di cinque anni.

Con riguardo all'applicazione di tale disposizione, si richiama il contenuto della circolare n. 7, del 19 aprile 1993, con la quale è stato chiarito che al fine del rilascio ai minori della carta d'identità valida per l'espatrio, è necessario l'assenso dei genitori o di chi ne fa le veci, oltre che la dichiarazione di assenza di motivi ostativi all'espatrio, ai sensi dell'art. 1 del D.P.R. n. 649/1974.

Pertanto, in tali ipotesi dovrà essere acquisito il suddetto assenso, che potrà anche essere trasmesso dagli interessati con le modalità di cui all'art. 38, c. 3, del D.P.R. 445/2000. in mancanza dell'atto di assenso occorre l'autorizzazione del Giudice Tutelare.

La carta d'identità dovrà riportare la firma del titolare che abbia già compiuto dodici anni, analogamente al passaporto, fermo restando che tale firma sarà omessa in tutti i casi di impossibilità a sottoscrivere.

Le nuove disposizioni prevedono inoltre che per il minore di anni quattordici, l'uso della carta d'identità ai fini dell' espatrio sia subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato - su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla questura o dalle autorità consolari - il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato, analogamente a quanto previsto per il cd. lasciapassare ed il passaporto.

Al riguardo, al fine di semplificare l'applicazione di tale disposizione in sede di controllo alla frontiera, si suggerisce l'opportunità di munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con indicazione di paternità e maternità).

Lo stesso decreto-legge  prevede l'esenzione dell'obbligo di rilevamento delle impronte digitali per i minori di età inferiore ai dodici anni.  Il D.P.C.M. del 25 marzo 2011 ha comunque prorogato al 31.12.2011 il termine di scadenza entro cui provvedere all'inserimento dell'impronta nella carta d'identità.

Le nuove disposizioni relative al rilascio e alla durata di validità del documento ai minori si applicano anche alle carte d'identità non valide per l'espatrio, rilasciate ai cittadini stranieri.

L'art. 31 del D.L. n. 112/2008, recante "disposizioni urgenti per lo sviluppo economico e la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria", ha previsto che la carta di identità benefici di una validità temporale corrispondente a 10 anni.

Tale durata trova applicazione anche per le carte in corso di validità alla data di entrata in vigore della legge in questione (26 giugno 2008).

Il rinnovo può essere richiesto nei 180 giorni precedenti la scadenza.

A chi é rivolto

La carta d'identità  viene rilasciata ai cittadini residenti nel Comune ed ai cittadini italiani residenti all'estero e iscritti nell'A.I.R.E (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) del Comune al momento della richiesta.

La carta d'identità  può essere rilasciata anche a cittadini non residenti nel Comune, specificando il motivo della richiesta. In questo caso i tempi possono essere più lunghi, perché occorre acquisire il nulla osta del Comune di residenza dell'interessato.

I cittadini stranieri residenti nel Comune possono ottenere la carta d'identità  con valore esclusivamente di documento di riconoscimento, non valida per l'espatrio.

Come si accede


Occorre rivolgersi all'Ufficio Anagrafe


Documenti da presentare

- 3 fotografie formato tessera recenti e uguali fra di loro, in bianco e nero o a colori, su sfondo chiaro, che riproducano il volto a mezzo busto e a capo scoperto, non di profilo e con gli occhi comunque visibili;

- documento di riconoscimento in corso di validità; in mancanza, occorre la compresenza di due testimoni maggiorenni provvisti di documenti di riconoscimento in corso di validità  e non parenti dell'interessato, che dichiarino, sotto la loro personale responsabilità , di conoscerlo. Per gli stranieri é necessario esibire il permesso di soggiorno e il passaporto. Nel caso di rinnovo é sufficiente presentare il documento scaduto.

Costi
Il rilascio della carta d'identità  é soggetto al pagamento dei diritti fissi pari ad euro 5,42.
Si paga in contanti, direttamente allo sportello.

Tempi standard
il rilascio é immediato, salvi i tempi per acquisire il nulla osta per i cittadini non residenti.

Validità

3 anni dalla data del rilascio, per i cittadini da 0 a 3 anni; 5 anni dalla data del rilascio, per i cittadini da 3 a 18 anni; 10 anni per tutti i cittadini maggiorenni.

Note
In caso di deterioramento oppure in caso di smarrimento o di furto può essere richiesto il rilascio di una nuova carta d'identità , presentando, oltre ai documenti previsti per il rinnovo, la denuncia di furto o smarrimento rilasciata dall'autorità  di Pubblica Sicurezza (Questura o Carabinieri).

Il documento non é plastificabile.

La carta d'identità  non può essere rilasciata per semplice trasferimento di residenza o per cambiamenti dello stato civile intervenuti medio tempore.

In base alle disposizioni della c.d. "legge sulla privacy", nella carta d'identità  non deve essere più indicato lo stato civile, salvo espressa richiesta dell'interessato. In tal caso, per le persone non coniugate si utilizza la dizione "stato libero".

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

1.Dichiarazione di residenza extracomunitari

2.Dichiarazione di residenza

Informazioni aggiuntive